Uno dei frutti simbolo della nostra terra è sicuramente l’arancia! Furono gli Arabi, durante la loro dominazione in Sicilia, a introdurre qui questo agrume che continuiamo a coltivare ancora oggi con tanta passione. Nel nostro territorio, infatti, gli aranci hanno trovato le condizioni ideali che permettono di ottenere un frutto dalle proprietà organolettiche uniche al mondo!

Gli aranci amari venivano piantati dagli Arabi nei cosiddetti giardini, un termine che ancora oggi utilizziamo quando ci riferiamo ai nostri agrumeti e che ci ricorda il loro scopo originario, che era quello ornamentale.

Esistono diverse varietà di arance: amare e dolci e in questo articolo parleremo di quelle da noi coltivate nei nostri aranceti, che si trovano a Pedagaggi, in provincia di Siracusa, una zona ad elevata vocazione agrumicola.

ARANCE AMARE BIOLOGICHE
Le arance amare (citrus aurantiu) difficilmente vengono consumate al naturale a causa del loro sapore non particolarmente appetibile, ma trovano comunque altri impieghi: sono utilizzate, ad esempio, per creare delle buonissime marmellate casalinghe e degli ottimi liquori.

Con le loro scorze è possibile preparare delle tisane dalle proprietà calmanti e sedative, utilissime per chi soffre di insonnia, irritabilità o nervosismo.

Oltre ad essere ricche di vitamina C, vitamina A e vitamine PP (come gli altri agrumi) le arance amare hanno un alto contenuto di sinefrina, una sostanza che può aiutare a bruciare i grassi e a stimolare il metabolismo e i loro estratti vengono utilizzati per formulare degli integratori e dei prodotti farmacologici.

Inoltre, dai fiori dell’arancio amaro si estrae l’essenza di neroli o zagara, molto utilizzata in profumeria.

ARANCE BIONDE BIOLOGICHE
Tra le arance dolci, troviamo le arance a polpa bionda che rappresentano l’agrume più diffuso a livello mondiale. Il loro caratteristico colore giallo-arancio si deve al beta-carotene in esse contenuto e i loro spicchi sono molto succosi, pertanto, avendo un’alta resa in succo, oltre ad essere consumati freschi, sono molto apprezzate per preparare delle salutari e genuine spremute.

ARANCE VARIETA’ OMBELICATE O NAVEL
Le arance ombelicate o Navel (che in inglese significa “ombelico”) si contraddistinguono per il frutto “gemello” che cresce all’interno della loro buccia e che ricorda, per la sua forma, un piccolo ombelico.

Le loro proprietà sono innumerevoli, merito del loro elevato contenuto di vitamine tra cui: vitamina A, vitamina C (che rafforza il sistema immunitario, stimolando la formazione degli anticorpi), vitamine del gruppo B e acido folico (o vitamina B9). Le arance bionde contengono inoltre importanti sali minerali tra cui: potassio, calcio, fosforo, ferro e sodio.

ARANCE ROSSE
Il caratteristico colore “rosso” di queste arance tipicamente siciliane, è conferito dalla presenza degli “antociani” o “antocianine”, dei pigmenti idrosolubili che fanno parte della famiglia dei flavonoidi.

La pigmentazione è determinata dalle escursioni termiche tipiche della loro zona di produzione (Sicilia orientale), un territorio caratterizzato dall’alternarsi di temperature molto calde di giorno e abbastanza rigide di notte.

Oltre alle vitamine e ai sali minerali presenti anche nelle altre varietà di arance, l’arancia rossa è nota soprattutto per le sue proprietà antiossidanti, antitumorali e antinfiammatorie.

ARANCE VARIETA’ TAROCCO
Le arance Tarocco
possono essere definite le “regine” delle arance siciliane, visto che costituiscono la varietà più apprezzata al mondo. Il colore della polpa è arancio con screziature rosse più o meno intense in base al periodo di raccolta. Il periodo di maturazione è abbastanza lungo: inizia a Dicembre e si estende fino a Maggio.

ARANCE VARIETA’ MORO
Le arance della varietà Moro
presentano la pigmentazione più elevata e la loro polpa è di colore rosso scuro. Il loro periodo di maturazione è da Dicembre a Marzo.